Direzione Investigativa Antimafia confisca beni per oltre 3 milioni

La confisca è divenuta irrevocabile lo scorso 25 novembre. Ravvisata manifesta sproporzione tra redditi dichiarati e possedimenti di uomo già condannato per associazione per delinquere e spaccio di stupefacenti.

La Direzione Investigativa Antimafia di Lecce eseguito la confisca irrevocabile di diversi beni immobili riconducibili a Franco Miggiano, 69enne di origine leccese, ma domiciliato in Casarano.

L’uomo aveva già subito una condanna per associazione per delinquere e traffico di sostanze stupefacenti da parte della Corte d’Appello di Lecce.
[tagpress_ad_marcello]
Il valore dei beni oggetto di confisca ammonta a circa circa 3 milioni e 200 mila euro e si tratta di immobili tutti insistenti sul territorio di Casarano: tre abitazioni private ubicate nel centro storico; sei terreni agricoli; un complesso immobiliare che consta di 19 edifici, della superficie di 2 mila metri quadrati, costruiti su un un’area di 20 mila metri quadrati.

La confisca è divenuta irrevocabile lo scorso 25 novembre a seguito del provvedimento di sequestro precedentemente emesso dal Tribunale di Lecce, in accoglimento della richiesta di misura di prevenzione patrimoniale avanzata da dal Direttore della DIA di Lecce. A conclusione delle indagini sulla situazione patrimoniale di Miggiano sarebbe stata ravvisata una manifesta sproporzione tra i redditi dichiarati dal nucleo familiare dell’uomo e i possedimenti a lui riconducibili.