Dimissioni del Consiglio comunale di Brindisi

La maggioranza consiliare che sosteneva Consales si dimette. Comune di Brindisi verrà commissariato fino a elezioni anticipate.

Elezioni anticipate per il rinnovo dell’Amministrazione comunale di Brindisi. Da domani il Comune capoluogo non avrà più ufficialmente un governo cittadino.

Un gruppo composto da 28 consiglieri di maggioranza, hanno firmato le dimissioni, formalizzandole davanti a un notaio. Come da rito, già domani il documento con le firme verrà consegnato al Segretario comunale per perfezionare l’atto di dimissioni. Quattro consiglieri si sono rifiutati di firmare; non sono appartenenti al PD, ma a liste civiche collegati alla coalizione di centrosinistra che ha appoggiato il Sindaco Consales.

[tagpress_ad_marcello]

Le dimissioni sono conseguenti allo scandalo sulla gestione dei rifiuti che ha coinvolto il primo cittadino di Brindisi, finito agli arresti domiciliari, il commercialista leccese Massimo Vergara, anche lui ai domiciliari, e all’imprenditore Luca Screti, amministratore di Nubile Srl, che ha ricevuto un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Ora si procederà alla nomina di Commissario, il quale avrà il compito di “traghettare” il Comune fino alle prossime elezioni, che potrebbero avvenire a giugno, in concomitanza con le elezioni amministrative previste in tutta Italia, ma potrebbero essere ulteriormente anticipate ad una data ricadente nei mesi primaverili.

 

Già nella giornata di ieri Consales aveva annunciato che si sarebbe dimesso. Anche se le sue dimissioni non sono state ancora formalizzate, l’atto dei consiglieri gli preclude la possibilità di continuare a mantenere la carica.