Assenteismo: licenziati 3 infermieri e 2 operatori sanitari

giornata mondiale del rifugiato coro Madeinworld ArciLecce

I controlli anti assenteismo hanno portato al licenziamento di 5 dipendenti dell’ospedale di Scorrano. Sospesi senza stipendio direttore di reparto e caposala.

Dopo i casi eclatanti di San Remo, con dipendenti assenteisti che andavano a timbrare in mutande o in vestaglia, pare che in Italia qualcuno sia caduto dalle nuvole e si sia accorto di un problema assenteismo in Italia.
Non sappiamo se si tratta di un fuoco di paglia, ma comunque i controlli al momento ci sono e coloro che usavano timbrare il cartellino per poi andarsene a fare i propri comodi, ora sono costretti a filare dritto se non vogliono rischiare di ritrovarsi licenziati.
[tagpress_ad_marcello]
Questa volta, come riportato dal sito SanitaSalento.net, i controlli hanno riguardato i dipendenti dell’ospedale di Scorrano e hanno dato esito “positivo”.
Ben cinque dipendenti sono risultati assenti ingiustificati. Si tratta di tre infermieri e due operatori sanitari, che non avrebbero saputo fornire una giustificazione valida alla loro asenza dal posto di lavoro. Secondo i controlli svolti dalla Direzione Asl, sarebbero numerosi giorni di assenza ingiustificata nell’arco dell’anno 2015. E’ stato applicato, di conseguenza, il licenziamento disciplinare con preavviso, in applicazione dell’art. 55 quater del D.Lgs. 165/2001, così come modificato dal D.Lgs. 150/2009.

Il Direttore di reparto ed il caposala, responsabili per non aver vigilato e controllato il personale, hanno subito la sospensione senza retribuzione per tre mesi.
Il procedimento disciplinare era stato avviato a seguito di un esposto.

Fonte: SanitaSalento.net