Tap, Pankiewicz: “Bellanova dica no allo stupro del Salento”

Il leader di Valori e Rinnovamento si rivolge a Teresa Bellanova, fresca di nomina a Viceministro del MISE, affinché si opponga all'”ecomostro TAP”.

La parlamentare salentina Teresa Bellanova, originaria di Ceglie Messapica, è stata nominata Viceministro allo Sviluppo economico con delega all’Energia e alle crisi aziendali. Sostituirà Claudio De Vincenti, nominato alcuni mesi fa Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.

La notizia è stata accolta dai cittadini salentini con particolare interesse, in quanto sarà proprio la senatrice salentina ad occuparsi della vicenda inerente i gasdotti TAP e Igi Poseidon, progetti che interessano rispettivamente i territori di Melendugno e Otranto.

teresa bellanova
Teresa Bellanova

In occasione del voto parlamentare di ratifica dell’accordo trilaterale (Italia-Albania-Grecia) sul gasdotto TAP, avvenuto nel 2013, Teresa Bellanova ottenne l’accoglimento di un suo emendamento che impegnava il Governo “ad assicurare tempi di esame e valutazione del Progetto TAP” che consentissero “il perfezionamento della consultazione avviata dalla Regione Puglia, nonché prestando la massima attenzione alle istanze locali, assicurando in ogni caso il rispetto delle caratteristiche ambientali, paesaggistiche e socio-economiche delle aree interessate da detta infrastruttura, nonché assicurando che l’opportuna ratifica” non determinasse “alcun automatismo rispetto all’ipotesi di localizzazione di approdo proposta”.

In altre parole quella della Ballanova è stato un “sì” a Tap, ma condizionato da un invito non vincolante rivolto al Governo a riconsiderare l’ipotesi di approdo. Una posizione che si pone in linea con quanto auspicato da Michele Emiliano.

Proprio per questi motivi la nuova nomina di Teresa Bellanova è stata accolta favorevolmente dal movimento politico “Valori e Rinnovamento”, che, nel farle i propri auguri, si appella a lei per evitare quello che lo scrittore Erri De Luca ha definito lo “stupro del Salento”.

[tagpress_ad_marcello]

Di seguito pubblichiamo l’appello che Wojtek Pankiewicz, presidente di “Valori e Rinnovamento”, rivolge alla senatrice:

3 manifestazione No Tap sul Lungomare di San Foca
Wojtek Pankiewicz

““Valori e Rinnovamento” ha appreso con soddisfazione la nomina dell’ on. Teresa Bellanova a viceministro del Mise con delega all’energia. Le facciamo i migliori auguri di buon lavoro.

Ci rivolgiamo, perciò, con fiducia a lei, ricordando che i salentini non hanno l’anello al naso. Noi salentini condanniamo e combattiamo coloro che vengono a propinarci stupidaggini ammantandole di scientificità circa la presunta compatibilità dell’eco mostro Tap con la vocazione turistica del territorio. Sciaguratamente si vorrebbe violentare la nostra stupenda costa, operare sbancamenti marini, distruggendo l’ecosistema, l’habitat naturale e la pesca, per installare il mega tubo che poi dovrà correre fino a Mesagne richiedendo pesanti sbancamenti lungo uliveti e siti archeologici, senza considerare l’effetto indotto di questa impattante struttura sulla percezione collettiva dei turisti inducendoli a recarsi in altri luoghi. Praticamente i tubi passerebbero sotto il sedere delle persone sdraiate sulla spiaggia. E se c’è un terremoto ? E se c’è un’esplosione ? Cose avvenute più di una volta in diverse parti del mondo.

“Valori e Rinnovamento “ esprime profondo apprezzamento, nei confronti di tutti coloro che si battono per evitare, come disse lo scrittore Erri De Luca, sul Lungomare di San Foca “lo stupro” della nostra meravigliosa costa, lo stupro del Salento.

Ormai, purtroppo, gentile on. Bellanova, è enorme l’entità del danno ambientale procurato al Salento con altri precedenti scellerati interventi. Liberiamoci, anche col suo aiuto, on. Bellanova, da questa assuefazione agli stupri. Il Salento non è terra di conquista. E’ ora di svegliarci e di reagire con sempre maggiore forza.
Siamo certi che Ella vorrà affermare subito, senza se e senza ma, la sua chiara posizione contro l’approdo di Tap nel Salento.”

[tagpress_ad_marcello]