Ferrovie Sud Est: in vendita 41 mezzi

Sul sito della società Ferrovie Sud Est pubblicato avviso pubblico per la vendita, motivata da ragioni a carattere ambientale.

L’opera di risanamento di Ferrovie Sud Est, portata avanti dal Commissario Andrea Viero e dai sub commissari, passa anche dalla vendita dei pezzi vecchi e da una pulizia materiale – e, si spera, culturale – delle sue pertinenze.
L’azienda di trasporti pubblici pugliese ha dato il via ad un’operazione di vendita di massa di materiali rotabili fuori uso ormai da anni.

Si tratta di 41 mezzi, dislocati su tutta la rete Fse in circa 15 località pugliesi, tra cui Gallipoli e Lecce, mezzi accantonati e spesso lasciati a marcire in qualche angolo di stazione, senza provvedere né alla rottamazione, né alla vendita, né alla loro valorizzazione come esemplari da museo, come si fa da altre parti. Alcuni di questi sono veri e propri pezzi della storia ferroviaria che risalgono all’inizio del secolo scorso.
[tagpress_ad_marcello]
“Obiettivo dell’operazione di vendita – sottolinea il Sub-commissario Ferrovie Sud Est Domenico Mariani – è principalmente di carattere ambientale”. È la prima volta che l’azienda pugliese rottama e mette in vendita i mezzi.

Tra i carri merci da rottamare se ne contano due, carro merci tipo P 6201 e P 6216, del 1900 e uno (tipo F 1701) del 1912; tra le automotrici, la Man Ad 04 è stata immatricolata nel 1940.
Ferrovie Sud Est ha pubblicato sul proprio sito web www.fseonline.it l’avviso pubblico, che si chiuderà il prossimo 29 aprile. La base d’asta di partenza è di 36mila euro.