Furto ai danni della ASD Volley 2000 San Cassiano

Il furto sarebbe avvenuto nello scorso pomeriggio. Può essere ricollegato con l’ondata di furti che ha preso piede nel Salento negli ultimi mesi?

La ASD Volley 2000 San Cassiano, squadra di pallavolo femminile del piccolo Comune salentino, che milita in Serie C settore giovanile, ha denunciato un furto ai loro danni avvenuto nello scorso pomeriggio presso il palazzetto nel quale si allenano e giocano.

Lo ha reso noto la stessa associazione sportiva attraverso la propria pagina facebook, ricordando un possibile atto prodromico avvenuto durante la settimana precedente:

“La scorsa settimana dei facinorosi, probabilmente di notte, hanno rotto il vetro di una porta del nostro palazzetto. Coerenti con la dignità che ha sempre contraddistinto questa società, abbiamo preferito non creare allarme e non diffondere la “notizia” di quell’atto”.

Tuttavia, se i malintenzionati in quell’occasione si sono “limitati” a rompere un vetro, ieri pomeriggio – ammesso che si tratti delle stesse persone – sono andati oltre, rubando l’impianto di amplificazione, costituito da un mixer e due casse acustiche.

“L’avranno fatto per spregio? O per povertà? In entrambi i casi – si legge nel post su facebook – queste persone dimostrano la necessità di continuare ad impegnarsi nel sociale ed in particolare nello sport. Se queste persone avessero avuto dei buoni maestri e dei buoni esempi da seguire non avrebbero compiuto queste azioni. Non avrebbero distrutto il vetro di una porta e rubato due casse e un mixer, comunque frutto dei nostri sacrifici per amore dello stare insieme (con della buona musica) e dello sport”.

[tagpress_ad_marcello]

“Invitiamo – conclude il post – gli autori di questo vile gesto, se mai leggeranno questo post, a dimostrare comprensione e rispetto nei confronti dell’impegno di tante persone e della passione con cui viviamo il nostro palazzetto, portando casse e mixer vicino al suo ingresso.
A noi la Bellezza, ad altri gli atti vandalici. Diventate dei nostri!”

Se a caldo si ipotizza che possa essersi trattato di meri atti vandalici, sembra più verosimile che l’obiettivo dei malintenzionati fosse quello di trafugare oggetti di valore. E non può escludersi che la rottura del vetro della porta del palazzetto, avvenuta nella scorsa settimana fosse un tentativo di furto fallito per qualche ragione.

Sono diversi i furti che si sono registrati negli ultimi mesi ai danni di istituti scolastici e strutture sportive che ricordano il modus operandi utilizzato a San Cassiano. Va ricordato che il palazzetto utilizzato dalla ASD Volley 2000 è adiacente alla struttura che fino ad alcuni anni fa ospitava la Scuola Media di San Cassiano e che oggi è sede dell’associazione Sveg. Non si esclude quindi che i ladri potessero aver sperato in un bottino più cospicuo.

Solo nel 2016 i furti messi a segno ai danni di istituti scolastici nella provincia di Lecce sarebbero stati almeno 6. Il più recente è avvenuto nella notte tra il 6 e il 7 aprile, presso la Scuola elementare di via Armando Diaz a Maglie, da cui sono stati trafugati 10 videoproiettori, per un danno di circa 10 mila euro.

Nella notte tra il 26 e il 27 febbraio è toccato alla Scuola media “Don Michele Rua” di Porto Cesareo, dove i malviventi si sono impossessati di computer e videoproiettori. Tra il 22 e il 23 gennaio, dalla Scuola elementare di Martano sono stati rubati rubati 12 computer, 2 videoproiettori e altra attrezzatura. Appena 24 ore prima il colpo era stato tentato, con esito negativo, ai danni di un istituto di Taurisano.

Il 9 gennaio, per seconda volta in 10 giorni, i ladri hanno fatto irruzione nella Scuola media di Trepuzzi, forzando la macchinetta delle bevande e rubandone l’incasso.

Due giorni prima dalla Scuola primaria di Melissano sono stati rubati alcuni notebook. Nei mesi precedenti erano stati commessi tre furti nella sede secondaria di via Felline.

Difficile stabilire se si tratti della stessa mano, ma non può nemmeno escludersi.
[tagpress_ad_marcello]