Terme: perdita record nel 2015

Bilancio in rosso per oltre un milione e mezzo di euro per le Terme; convocato il Consiglio Comunale.

Carta canta, direbbe qualcuno, e a leggere la cifra riportata come ammontare della voce “perdite” del bilancio annuale della società Terme di Santa Cesarea non canta certo di gioia.

Un totale di 1.638.983 euro il passivo fatto registrare nel corso del 2015 dalla società, come riportato su un post facebook pubblicato dalla lista “Continuità E Sviluppo” a cui fa capo l’ex sindaco di Santa Cesarea Terme Daniele Cretì, attualmente all’opposizione.

[tagpress_ad_ruggero]

Una notizia che non farà certo piacere, soprattutto in vista dell’ormai imminente apertura della stagione estiva 2016. Martedì 19 è stato convocato un Consiglio Comunale, in cui si avrà modo di discutere del bilancio consuntivo relativo all’anno 2015, che avrebbe fatto registrare la perdita più alta di sempre per la società Terme.

Una situazione di instabilità che perdura ormai da anni, complici i rapporti non sempre amichevoli anche a livello politico tra Regione Puglia e Comune (ovvero socio di maggioranza e di minoranza), durante i quali non si è mai riusciti a trovare una soluzione di comune accordo che potesse portare le terme di Santa Cesarea fuori dal baratro.