FSE: passaggio a livello rimane chiuso per oltre mezzora

Entrambi i passaggi a livello FSE situati a Poggiardo sono rimasti chiusi per ragioni sconosciute. Disagi tra gli automobilisti.

La società Ferrovie Sud Est, negli ultimi mesi ha provveduto alla sostituzione delle vecchie barriere a comando manuale, con quelle automatizzate. Le barriere, grazie ad un sistema di sensori, si abbassano con largo anticipo rispetto al transito del treno e si rialzano dopo il suo passaggio.

Questo sistema, oltre a togliere all’uomo l’incombenza di alzare e abbassare le sbarre, permette anche la velocizzazione delle operazioni, riducendo le code che si formano sulle strade ad ogni passaggio del treno. Almeno così dovrebbe essere.

Infatti, in qualche occasione questo sistema fa le bizze, così talvolta le barriere rimangono aperte al passaggio del treno, come accaduto ad Acquarica del Capo (dove per diversi giorni il passaggio a livello è rimasto sempre aperto), talvolta, invece, la littorina passa, ma le barriere restano chiuse.

E’ successo nel primo pomeriggio a Poggiardo, ad entrambi i passaggi a livello, sia quello principale, che si trova nei pressi della stazione FSE, sia a quello secondario, che attraversa la strada vicinale Poggiardo-San Cassiano.

La barriere sarebbero rimaste chiuse per circa mezzora, o anche più, senza che passasse alcun treno. Alcuni automobilisti, vuoi perché stanchi di aspettare, vuoi a causa di vicissitudini varie, hanno deciso di invertire la rotta e provare a passare dal passaggio livello di Sanarica, che a quanto pare non avrebbe registrato alcun malfunzionamento.

Le barriere si sono riaperte alle ore 13,15 e, secondo alcune testimonianze, era chiuse già dalle 12,45 circa. E’ presumibile che le barriere fossero state chiuse qualche minuto dopo le ore 12,30, quando a Poggiardo era atteso l’arrivo di un treno da Lecce (arrivo previsto per le ore 12,33) e di uno da Gagliano del Capo (arrivo previsto per le ore 12,34).

Se così fosse, le barriere sarebbero rimaste chiuse per circa 45 minuti. La società non ha rilasciato comunicazioni in merito all’accaduto. Cosa sarebbe successo se in quell’arco di tempo fosse stato richiesto un al soccorso al 118, specie se consideriamo che Poggiardo ha un presidio di pronto soccorso da cui vengono inviate le autoambulanze?

A fine mese avremo un quadro completo del futuro delle Ferrovie Sud Est (FSE), che molto probabilmente verranno assorbite dalle Ferrovie dello Stato. Ora la questioni prioritarie sono il futuro assetto societario e la gestione del debito; non sono i servizi ad avere la precedenza. I cittadini del Salento e del resto della Puglia possono ancora aspettare.

Articolo pubblicato in origine su TagPress

Facebook Comments