Incendi boschivi: Italia Nostra accanto alla protesta dei Vigili del Fuoco

La sezione Sud Salento dell’associazione ambientalista si pone a sostegno delle proteste dei Vigili del Fuoco dopo il taglio delle risorse destinate alla prevenzione e al contrasto degli incendi boschivi

Il mese scorso un discusso provvedimento della Giunta regionale aveva tagliato di ben il 60% le risorse destinate alla Campagna Incendi Boschivi 2016, stanziando 5o0mila euro a fronte della somma erogata negli ultimi anni, che ammontava a 1milione e 500mila euro. La mobilitazione dei Vigili del Fuoco e dei sindacati di categoria non tardò a manifestarsi. Una battaglia che negli scorsi giorni è stata sposata anche dalla Sezione Sud-Salento di Italia Nostra, che con una propria nota si schiera accanto ai Vigili del Fuoco:

La Sezione Sud Salento di Italia Nostra, venuta a conoscenza del provvedimento adottato dalla Giunta regionale pugliese di ridurre del 60% le risorse destinate al contrasto degli incendi boschivi e della conseguente mobilitazione intrapresa da parte del CONAPO (sindacato dei Vigili del Fuoco), ritiene doveroso manifestare la propria adesione alle iniziative avviate in questi giorni dalle organizzazioni sindacali del settore, che hanno manifestato la propria preoccupazione per gli effetti che tale provvedimento potrà determinare sull’efficienza di un servizio di primaria rilevanza per garantire l’incolumità e la tutela delle risorse ambientali che, in Puglia e nel Salento, risultano particolarmente scarse e fortemente compromesse da una serie di attività antropiche.

Il non indifferente numero di incendi che si verificano nel corso della stagione estiva è un aspetto importante che giustifica le perplessità e le preoccupazioni legate al provvedimento regionale, e anche la sezione di “Italia Nostra” presieduta da Marcello Seclì lo mette in risalto:

L’imminente stagione estiva e la tendenza oramai acclarata dell’aumento delle temperature medie, ci induce ad una maggiore preoccupazione sulla reale possibilità che il già ridotto numero di personale dei Vigili del fuoco operativo in Puglia e in provincia di Lecce possa essere in grado di far fronte alle numerose emergenze che – con elevata probabilità – potranno verificarsi nel corso dell’estate, anche in ragione dell’alto numero di turisti che per le proprie vacanze si prevede sceglieranno la Puglia e il Salento.

La nota dell’associazione culturale e ambientalista è stata indirizzata anche al Ministro dell’Interno Angelino Alfano e al Prefetto di Lecce Claudio Palomba, oltre che alle presidenze di Provincia di Lecce e Regione Puglia e agli assessorati ad Ambiente e Protezione Civile dell’ente di via Capruzzi. E proprio a questi rappresentanti istituzionali “Italia Nostra – Sud Salento” chiede di rivedere la decisione di tagliare le risorse:

La scrivente Associazione, in relazione agli interessi diffusi rappresentati sulle tematiche della tutela del territorio e dell’ambiente e nello spirito di una fattiva collaborazione con le Istituzioni, fa voti alle SS.LL. in indirizzo (ognuna per le proprie competenze) perché si provveda in tempi brevi ad impinguare adeguatamente le risorse destinate a tale settore in modo da dare la possibilità alla struttura del Vigili del Fuoco di organizzare tempestivamente, con i mezzi e il personale adeguato, i relativi piani operativi.

E per evitare il rischio di roghi, l’associazione auspica che gli stessi rappresentanti istituzionali si impegnino nei confronti delle amministrazioni comunali affinché quest’ultime rispettino tutte le regole previste in merito:

L’occasione è utile per sollecitare le SS.LL a far sì che i Sindaci di tutti i Comuni pugliesi (in particolar modo quelli della provincia di Lecce) adottino al più presto le ordinanze affinché tutti gli agricoltori e conduttori di fondi rustici provvedano all’aratura delle stoppie e alla pulizia dei margini (fronte strada e tra aree confinati) dei fondi, evitando il ricorso all’accensione di fuochi, ciò per prevenire ogni genere di incendi, per garantire la tutela della fauna e perché non si verifichino gravi ed irreversibili incidenti alle persone e alle cose.

La presa di posizione di “Italia Nostra – Sud Salento” è a stata apprezzata dal CONAPO, il sindacato autonomo dei Vigili del Fuoco, che ha ringraziato l’associazione con una lettera a firma del segretario regionale Gianni Cacciatore e rivolta a Marcello Seclì:

Egregio presidente, a nome mio personale e degli operatori vigili del fuoco che rappresento, voglio esprimerle il più vivo sentimento di apprezzamento per la sensibilità espressa in ordine alla problematica degli incendi boschivi e riconoscenza per la vicinanza dimostrataci. Quanto da lei manifestato nella nota inviata alle autorità competenti trova piena condivisione nella linea di pensiero seguita dal nostro sindacato. Non mancherò di trasferire il suo sentimento di vicinanza al personale nostro associato. In considerazione di quanto accomuna la nostra azione di lavoratori impegnati per la sicurezza dei cittadini e dell’ambiente e l’associazione da lei rappresentata, la prego di considerarci a sua disposizione per qualsivoglia futura iniziativa congiunta che dovesse rendersi opportuna.

Articolo pubblicato in origine su TagPress

Facebook Comments