Message Is A Must, artisti per il territorio

Esce oggi il primo “messaggio” della compilation Message Is A Must fatta di brani che parlano di temi sociali e ambientali, sulla base di No Tap riddim di Treble. L’estratto è “Già mai la Tap” di Gamba the Lenk.

Treble lu professore
Treble

E’ di Viviano Pulvirenti “Gamba The Lenk II”, poliedrico artista milanese, il primo singolo estratto da Message Is A Must, una compilation agguerrita che vedrà la partecipazione di artisti che con la musica vogliono “difendere radici e territorio“, sulla base di No Tap riddim, di Treble (Antonio Petrachi, fondatore dei SSS, oggi musicalmente attivo come cantautore e produttore di giovani talenti), che è anche l’ideatore e produttore del lavoro. La compilation ha una caratteristica molto interessante: verrà pubblicata in itinere un brano alla settimana.

Ho chiesto a Viviano di scrivere qualcosa sui motivi che lo hanno spinto a realizzare la sua canzone – racconta Treble – Quello che mi ha scritto dimostra che non siamo soli nella lotta“.

gamba the lenk
Gamba

Risponde Gamba: “Non sono un giornalista né un letterato e tanto meno mi reputo così informato da poter sparare sentenze su fatti inerenti la politica estera italiana in tema di energia e infrastrutture, ma un pensiero personale sul gasdotto che vorrebbero far approdare sulle spiagge di S.Foca, in Salento, l’ho fatto. Sono uno di quei tanti milanesi che in agosto affollano le splendide spiagge salentine e, dalla prima volta in cui ho messo piede a Torre S. Andrea e nell’entroterra verso Martano, Carpignano etc., ho subito fatto caso a come la popolazione di quella terra fosse strettamente legata alle sane abitudini agricole e fiera delle proprie antiche radici. Ho subito pensato che tutta l’Italia è piena di storia, natura e belle spiagge, ma solo lì e in alcuni rari posti avevo respirato la genuinità ed il rispetto per queste condizioni. Altrove avevo visto far scempio delle risorse naturali con mostri ecologici, spazzatura e inquinamento derivati dalle speculazioni di grandi aziende che, in nome della globalizzazione, avevano totalmente ignorato le necessità delle persone, delle piante e degli animali. Non in Salento. Fino a che, un giorno, i miei amici del posto mi hanno informato del progetto che vuole portare un gasdotto dai Balcani sino a S. Foca.
Mi sono detto: “A San Foca? Un Gasdotto? E’ una tragedia!”.
Sì, perché in un momento storico in cui è risaputo che bisogna attuare un cambiamento verso l’energia rinnovabile per scongiurare un cataclisma ambientale planetario, il governo italiano ha pensato di investire i nostri soldi in un progetto a lungo termine che vede l’utilizzo del gas, senza riguardo per un territorio che vede alcune tra le più belle spiagge del Paese, delle persone che da queste ultime traggono profitto e sostentamento con le infrastrutture turistiche locali, delle specie animali a rischio d’estinzione che in quelle spiagge trovano un po’ di tranquillità, dei siti archeologici presenti in loco che andrebbero valorizzati a pro di un turismo italiano florido e dei sentimenti dei salentini…un popolo fiero del paradiso in cui vive e che adesso è minacciato da una politica insensibile a tutto tranne che a al dio denaro.
Ho scritto questa canzone a Milano sperando che i salentini tutti e non solo lottino fino alla fine per far si che tutto rimanga così com’è: un posto da favola“.

Il primo singolo della compilation, “Già mai la Tap” di Gamba the Lenk, esce oggi 13 giugno. Per ascoltare il brano, seguire il link: https://soundcloud.com/trebleluprofessore/gamba-the-lenk-gia-mai-la-tap

Lunedì prossimo è prevista l’uscita di “Poveri noi” di Rocky Ganjavox.

Articolo pubblicato in origine su TagPress

Facebook Comments