Firmato decreto fusione FSE-FSI

Si attende ora il benestare della Corte dei Conti. Entro settembre FSE verrebbe assorbita da FSI. Forse evitato il fallimento.

Era attesa per questa settimana la firma, da parte del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, del decreto che formalizza il passaggio di Ferrovie Sud Est (FSE) al gruppo Ferrovie dello Stato Italiane (FSI) ed è arrivata già in mattinata.

La soluzione adottata è quella della fusione tra le due società. Nel decreto vengono esposte le motivazioni della fusione, che partono dall’analisi della situazione economico-finanziaria di FSE, per poi far leva sulla necessità di salvare dal fallimento la società e circa 1300 posti di lavoro e di riacquistare la fiducia dei creditori, principalmente fornitori e banche.

Il testo del decreto, unitamente alla relazione che lo accompagna, verranno ora analizzato dalla Corte dei Conti. In caso di esito favorevole la fusione potrà essere realizzata. Nel giro di un mese mezzo l’operazione potrebbe essere portata a compimento.

La fusione, avendo l’effetto di evitare il fallimento, già chiesto dalla Procura di Bari, eviterà una possibile imputazione per bancarotta ai danni dell’ex amministratore delegato di FSE Luigi Fiorillo ed eventualmente di altre persone che ricoprivano i vertici della società.

Articolo pubblicato originariamente su TagPress

Facebook Comments