Passaggio a livello rimane aperto: incidente sfiorato

Sempre più numerose le segnalazioni di passaggio a livello aperto all’arrivo del treno. Cittadini sempre più preoccupati per la sicurezza.

Mentre c’è chi esulta per qualche treno che collega Lecce a Gallipoli e Otranto anche la domenica (solo fino all’11 settembre) dopo un digiuno di 20 anni, arrivano una serie di segnalazioni di passaggi a livello sulle linee delle Ferrovie Sud Est che restano aperti durante il transito del treno.

Tra la province di Lecce, Brindisi e Taranto le segnalazioni, soprattutto negli ultimi mesi, sono state diverse. Ricordiamo che ad Acquarica del Capo, il passaggio a livello è rimasto aperto per diversi giorni prima che si intervenisse per riparare il guasto.

Ieri però, secondo quanto riportato da alcuni testimoni, si sarebbe rischiato in due occasioni l’impatto tra il treno e le auto in transito. Un episodio si è consumato a San Pancrazio Salentino (BR), dove le auto, in procinto di attraversare il passaggio a livello, avrebbero improvvisamente visto sopraggiungere un treno FSE, fortunatamente a bassa velocità.

A quanto pare, anche se le barriere non erano abbassate, il semaforo rosso era comunque acceso. E ciò avrebbe dovuto indurre gli automobilisti a fermarsi comunque, fino a che il semaforo non si fosse spento.
E’ stato chiesto l’intervento della Polizia Locale e dei carabinieri, che sono intervenuti sul posto per garantire la sicurezza.

La prima segnalazione alla sala operativa della Polizia locale è giunta alle 14.30. “Abbiamo subito allertato le ferrovie del Sud Est – spiega il Comandante a BrindisiReport– che hanno risposto di essere a conoscenza del problema, ma alle 17.30 la situazione era ancora irrisolta. Un altro cittadino ci ha segnalato la stessa cosa”.

In questi casi viene seguita una speciale procedura di sicurezza. I treni procedono lentamente, a vista, ed emanano diverse segnlazioni acustiche prima di attraversare l’incrocio.

Un episodio analogo si è verificato a Martina Franca. Anche qui sono intervenuti i carabinieri per garantire la sicurezza, verbalizzando la situazione di pericolo.

Un terzo episodio si sarebbe verificato sulla Erchie-Avetrana.Anche qui alcuni aumobilisti avrebbero attraversato mentre stava sopraggiungendo il treno, rischiando l’impatto.

Il personale FSE prova rassicurare sulla capacità e la preparazione del personale di bordo, che sa come gestire queste situazioni in sicurezza. E su questo non ci piove. Gli automobilisti, dal canto loro, dovrebbero evitare di attraversare quando il semaforo rosso del passaggio a livello è accesso.
Ma basta questo per essere tranquilli? La sicurezza, nei casi di malfunzionamento delle barriere e dei sistemi automatizzati, sono affidate esclusivamente all’uomo e l’uomo, per sua natura, può anche sbagliare. Cosa accadrerebbe se qualcosa un giorno non funzionasse e si verificasse il peggio? Si parlerebbe di “errore umano”?

Articolo pubblicato originariamente su TagPress

Facebook Comments