Con la pirilla in aiuto delle popolazioni terremotate

Importante iniziativa di solidarietà dei giovani di Ortelle che hanno organizzato una giornata dedicata alla pirilla, pane tipico della tradizione, il cui ricavato verrà devoluto alle vittime del terremoto

Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo chiedono aiuto agli italiani per far rinascere i territori devastati dal sisma dello scorso 24 agosto. I nostri connazionali, come è già successo in altre circostanze simili, hanno accolto subito l’appello , e in tutta Italia è partita una gara di solidarietà che ha già portato a risultati importanti.

La richiesta di aiuto delle popolazioni terremotate non ha però lasciato indifferenti nemmeno i giovani della piccola comunità di Ortelle. Riuniti nel “Gruppo Giovani: Ortelle in Movimento“, e insieme alla “Summer School di Arti Performative e Community Care”, presente nella piccola cittadina salentina per un annuale progetto socio-culturale, hanno deciso di attivarsi in favore del territorio reatino con la manifestazione #PirillaDellaSolidarietà.

Domani, lunedì 29 agosto, i giovani ortellesi offriranno ai loprilla della solidarietà terremotoro concittadini, e a chiunque voglia partecipare, le tradizionali pirille, pane di forma tondeggiante, realizzato seguendo una ricetta tipica di un tempo e protagonista di una tradizionale serata estiva che quest’anno si è tenuta lo scorso 11 agosto. A partire dalla mattina di domani, quindi, in piazza San Giorgio, i ragazzi di Ortelle venderanno le pirille, realizzate nel corso della notte, al costo di 1,50 euro; tutto il ricavato verrà devoluto alle popolazioni vittime del terremoto.

Un importante esempio e gesto di solidarietà da parte della comunità giovanile di Ortelle, che negli ultimi anni si è già distinta per una serie di apprezzate iniziative socio-culturali e ricreative.

Articolo pubblicato in origine su TagPress

Facebook Comments