Prospettive Turismo: un pubblico incontro nella città idruntina

Quarto incontro confronto organizzato dall’Associazione Prospettive a Mezzogiorno sul turismo nel Salento e sulle strategie di sviluppo, il prossimo 19 settembre.

Il 19 settembre p.v., alle ore 19.30, presso Largo Porta Alfonsina (in caso di meteo avverso presso la Sala Triangolare del Castello Aragonese), si terrà il 4° incontro confronto organizzato dall’Associazione Prospettive a Mezzogiorno, con il patrocinio del Comune di Otranto, sul turismo nel Salento e sulle strategie di sviluppo.

Ne discuteranno l’imprenditore Flavio Briatore, l’assessore regionale al turismo Loredana Capone, il Sindaco di Otranto Luciano Cariddi, il Sindaco di Lecce Paolo Perrone, il Sindaco di Gallipoli Stefano Minerva e il Direttore di Matera 2019 Paolo Verri.
Introduce Alfredo Foresta, Presidente di Prospettive a Mezzogiorno, e modera Tonio Tondo, La Gazzetta del Mezzogiorno.
Ritornare all’agorà di Atene, alla piazza aperta e al dibattito libero e costruttivo, colmare il vuoto tra i cittadini e la politica che si fa nei palazzi: continua il lavoro e la visione dell’associazione.

Briatore - incontro turismo otrantoNella suggestiva Otranto, in pubblica piazza, si terrà un confronto tra i principali sindaci delle città a vocazione turistica del Salento, Luciano Cariddi, Stefano Minerva e Paolo Perrone; incontro che si arricchirà di un ulteriore confronto con Loredana Capone, Paolo Verri e Flavio Briatore.

“All’indomani della Fiera del Levante, dove il premier Renzi ridimensionava i dati turistici di Puglia e Sicilia con i numeri milionari dell’indotto turistico delle isole Baleari e Canarie, nell’incerta attesa di una riforma costituzionale che vuole accentrare le competenze in materia di turismo, allo scadere della stagione estiva 2016 che ancora una volta vede il Salento protagonista, pur tra alcune criticità, l’Associazione Prospettive a Mezzogiorno, promuove questo momento di confronto”, asserisce il presidente dell’Associazione Alfredo Foresta.

Pubblicato originariamente su TagPress.it

Facebook Comments