Scuola elementare, l’opposizione al sindaco: “Risponda sulle condizioni igienico-sanitarie”

Una lettera aperta al primo cittadino da parte del gruppo “La Città di Tutti” per avere chiarimenti sulle segnalazioni del preside e sui disturbi sanitari avvertiti dagli alunni della scuola elementare “De Gasperi” di Poggiardo

Negli scorsi giorni avevano annunciato il rigetto da parte del Tar del ricorso da loro presentato contro il risultato elettorale della scorsa primavera, che li aveva visti sconfitti alle amministrative del Comune di Poggiardo per soli tre voti. Sono i componenti della lista “La Città di Tutti“, che in quella occasione avevano palesato dubbi su alcuni giudizi di merito, non escludendo l’eventualità di proseguire nel percorso giudiziario.

Sempre riguardo a questo tema, inoltre, il gruppo di opposizione aveva espresso altre perplessità sul cosiddetto ricorso incidentale presentato dalla lista vincitrice “Responsabilmente Avanti”, il quale conteneva la dichiarazione di un componente della lista del “Movimento 5 Stelle” secondo cui sarebbe stato da annullare il voto assegnato proprio a “La Città di Tutti”.

Il gruppo di opposizione torna ora farsi risentire con una lettera aperta indirizzata al sindaco di Poggiardo e giunta anche alla nostra redazione. L’oggetto del documento riguarda un tema molto delicato: inconvenienti igienico sanitari della scuola elementareDe Gasperi”.

Nell’ultimo periodo, infatti, secondo quanto descritto nella stessa missiva, alcuni alunni della struttura scolastica hanno accusato diversi disturbi come prurito e bruciori in varie parti del corpo. La lettera chiede principalmente al primo cittadino di sollecitare l’intervento delle istituzioni sanitarie preposte, sottolineando poi li provvedimenti che si sarebbero dovuti mettere immediatamente in atto:

In particolare, si sarebbe dovuto chiedere subito l’intervento del Servizio Igiene e Sanità Pubblica della ASL, in modo da fare con urgenza la massima chiarezza anche riguardo al sospetto, da più parti sollevato, che i disturbi lamentati dagli scolari siano da mettere in relazione con le operazioni di disinfestazione di sabato 24 settembre u.s. ed alla conseguente chiusura della scuola fino al lunedì successivo, avvenuta con Ordinanza sindacale in seguito alla segnalazione formale (datata 17.9.2016 e acquisita al protocollo del Comune il 19.9.2016) del Preside Cursano per la presenza di “blatte nei bagni e gechi nelle aule e nel gabbiotto”.

E proprio sulle operazioni di disinfestazione si concentrano i dubbi del gruppo “La Città di Tutti”:

Appaiono del tutto legittimi gli interrogativi che i genitori hanno il desiderio di rivolgerle, in qualità di Autorità sanitaria locale, sul perché del ritardo della disinfestazione rispetto alla segnalazione del preside degli inconvenienti igienico sanitari; come mai non si è proceduto ad un sopralluogo per la verifica delle condizioni igieniche del plesso prima dell’inizio dell’anno scolastico; perché ai genitori è stato consegnato solo un generico avviso di chiusura dell’edificio per la disinfestazione, quali prodotti sono stati utilizzati e cosa prevede la scheda tecnica degli stessi; chi doveva occuparsi della fase di aerazione degli ambienti prima della riapertura della scuola dopo la disinfestazione.

Dubbi che l’opposizione di Poggiardo paleserà in una specifica interrogazione in Consiglio comunale, nel corso del quale ribadirà la necessità di far intervenire il Servizio di Igiene Pubblica e di entrare direttamente in contatto con i genitori degli alunni.

Pubblicato originariamente su TagPress.it

Facebook Comments