Falsa disoccupazione: 71 denunce per truffa

La Guardia di Finanza smaschera un’attività finalizzata alla truffa verso l’INPS basata su falsa disoccupazione.

Un’operazione delle Fiamme Gialle ha permesso di smantellare un sistema di truffa basato sulla disoccupazione fittizia nel basso Salento. Sono 71 le denunce presentate.

L’attività ha tratto origine da un autonomo approfondimento info-investigativo condotto dai militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Casarano nei confronti di alcune aziende ubicate nel Comune di Ugento (LE), le quali, da una preliminare analisi effettuata mediante la consultazione delle banche dati in uso al Corpo, è risultato che le stesse presentavano sistematicamente, dal 2010 in poi, un numero di lavoratori assunti troppo elevato rispetto al volume d’affari dichiarato ed alla tipologia di attività esercitata.

Lo sviluppo delle indagini ha fatto emergere, in particolare, che società già investigate in precedenza, non avevano espletato alcuna attività lavorativa.

I primi esiti investigativi hanno indotto la Procura della Repubblica di Lecce a delegare specifiche attività di approfondimento finalizzate a delineare la reale portata degli elementi investigativi emersi.

Lo sviluppo delle investigazioni ha permesso di accertare un’ingente truffa ideata da un noto commercialista di Ugento (LE), finalizzata all’ottenimento di indebite indennità di disoccupazione.

Sono 71 le denunce a piede libero formalizzate dalla GDF.

Articolo pubblicato in origine su Tagpress

Facebook Comments