FSE: da lunedì “quasi” ripristinati gli 80 km/h, grazie al doppio conducente

Un secondo conducente “sostituirà” i sistemi di sicurezza automatizzati che mancano. Per gli ATR 220 FSE il limite è 70 km/h.

Da lunedì i treni delle Ferrovie Sud Est (FSE) saranno un po’ meno lenti del solito. Cadrà infatti il limite dei 50 km/h che aveva imposto l’ANSF (Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie) nei giorni scorsi.

Come da disposizione dirigenziale FSE, da lunedì 10 ottobre, sui treni che percorreranno le tratte ferroviarie interessate, ci saranno due macchinisti a bordo. Il secondo macchinista avrà il ruolo di controllare i segnali di arresto del convoglio in caso di emergenza. Dovrà inoltre pronunciare ad alta voce i segnali da osservare, che verranno poi ripetuti dall’altro macchinista, sempre ad alta voce.

Si tratta di una procedura di sicurezza che sopperisce alla mancanza del dispositivo automatico sui binari, ragion per cui l’ANSF aveva imposto nei giorni scorsi il limite di 50 km/h per le compagine pugliesi di trasporto su rotaie, quali Ferrotramviaria, Ferrovie del Gargano e, appunto, Ferrovie del Sud Est. In totale sono 11 le linee regionali interessate. Per quanto riguarda FSE, le linee interessate sono: Bari – Taranto, Mungivacca – Putignano, Martina Franca – Lecce, Lecce – Gallipoli, ZollinoGagliano del Capo, Zollino – Maglie, Novoli – Gagliano del Capo, Novoli – Casarano.
[tagpress_ad_marcello]
Il provvedimento dell’ANSF era scaturito a seguito dell’emanazione del decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 5 agosto 2016, che affida alla vigilanza dell’ANSF le ferrovie ex-concesse (come Ferrotramviaria, Ferrovie del Gargano e, appunto, Ferrovie del Sud Est). Ora c’è un’unica autorità che vigila su tutte le ferrovie nazionali, mentre in precedenza le ex-concesse erano sotto la vigilanza dell’USTIF, mentre ASNF vigilava sulle reti RFI (quelle di competenza di Ferrovie dello Stato Italiane).

Con l’introduzione del secondo macchinista, dunque, da lunedì per i treni FSE verrà ripristinato il limite di 80 km/h, tranne che per i treni ATR 220, che a settembre erano stati fermati a causa di un problema di sicurezza ai carrelli. Fino a quando il problema non verrà risolto, gli ATR non potranno viaggiare a più di 70 km/h.

I viaggiatori di FSE, da lunedì potranno quindi dire addio ai disservizi e ai ritardi straordinari degli scorsi giorni, per tornare ai ritardi e ai disservizi a cui erano abituati.

Articolo pubblicato in origine su Tagpress

Facebook Comments