Processo diffamazione Capanna, oggi escussione testi e persona offesa

L’ex parlamentare Mario Capanna aveva querelato il Consigliere comunale Roberto Martella. Oggi l’udienza davanti al Tribunale monocratico.

Stamattina, davanti al Tribunale di Lecce in composizione monocratica, si è tenuta l’udienza del processo penale a carico di Roberto martella, Consigliere comunale di Lecce dell’attuale maggioranza, nonché Consigliere provinciale, imputato per il reato diffamazione nei confronti dell’ex parlamentare Mario Capanna.

I fatti si riferiscono ad un’intervista rilasciata il 10 dicembre 2011 da Martella al quotidiano “Il Paese Nuovo”, nel cui ambito aveva rilasciato delle dichiarazioni che, secondo l’accusa, sarebbero state diffamatorie.
[tagpress_ad_marcello]
Martella avrebbe accostato Capanna ad alcuni terroristi che, nel periodo degli anni di piombo, si sono resi responsabili di efferati delitti (aveva menzionato Renato Curcio, fondatore delle Brigate Rosse).

Così Capanna, aveva deciso di querelare Martella. A settembre dell’anno scorso il Giudice per le Indagini Preliminari (Gip) del Tribunale Penale di Lecce ha disposto l’imputazione coatta a carico del Consigliere.

Questa mattina si è proceduto all’ascolto dei testi e dello stesso Capanna, in qualità di persona offesa, da parte del Pubblico Ministero.
L’ex parlamentare è assistito dall’avvocato Massimiliano Oggiano.

In aula era presente anche Roberto Martella, il quale non ha rilasciato dichiarazioni. Il giudice fissato una nuova udienza all’11 settembre 2017, cioè fra 11 mesi, durante la quale potranno essere esaminati i testi della parte civile ed eventualmente l’imputato, qualora questi decidesse di sottoporsi ad esame.

Articolo pubblicato in origine su Tagpress

Facebook Comments