16 rifugiati realizzano murales

I ragazzi del progetto “Samia” decorano con un murales il muro di cinta del campo sportivo di Carpignano salentino.

Sedici ragazzi minorenni rifugiati e richiedenti asilo in Italia, beneficiari del progetto di accoglienza integrata “Samia” che Arci Lecce cura a Serrano, hanno ridipinto con un murales una parte del muro di cinta del campo sportivo di Carpignano salentino nell’ambito del progetto “Murales, mosaico e… ritmi di pace” realizzato dal Centro di Cultura Popolare di Melpignano con Arci Lecce.

img_1196I ragazzi provengono da Bangladesh, Gambia, Senegal, Guinea-Bissau, Guinea Conakry, Nigeria e Ghana e il Consiglio comunale di Carpignano gli ha assegnato una parte del muro di cinta da restaurare – l’area botteghini. Cominciando a lavorare da luglio scorso, i ragazzi hanno realizzato un omaggio alla comunità nel segno del loro incontro con la cultura salentina: si sono ispirati al mosaico di Pantaleone della Cattedrale di Otranto, opera preziosa che hanno avuto l’opportunità di visitare e conoscere. Con pennelli e tinta colorata hanno dipinto un loro albero della vita. Il murales riproduce alcune delle creature di Pantaleone e delle decorazioni in forma di mandala realizzate secondo la personale ispirazione dei ragazzi.

Per saperne di più sul progetto “Samia”: http://bit.ly/2cgfhLZ

Articolo pubblicato in origine su Tagpress

Facebook Comments