Xylella, Donno: Trasparenza sui test su ulivo di Ostuni

La senatrice leccese del M5S torna a chiedere trasparenza sulla vicenda xylella. Intanto trovato nuovo albero positivo a Martina Franca.

A fine ottobre, a Ostuni, in provincia di Brindisi, in una stazione di servizio, è stato abbattuto un ulivo risultato positivo al batterio della Xylella fastidiosa. Una pianta che, come riportato da TagPress e altri media, e successivamente ripreso dal “Forum ambiente e salute Lecce”, pare risultasse negativa al patogeno nei test effettuati appena un anno prima, nell’estate del 2015.

A pretendere ancora una volta chiarezza su una vicenda, quella Xylella, che affigge ormai la Puglia da troppo tempo, è la senatrice Daniela Donno (M5S), che ha presentato un’interrogazione al Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali.

“Chiediamo al Ministro Martina – afferma la senatrice leccese – di chiarire se l’ulivo in questione sia stato effettivamente sottoposto ad analisi nel corso dell’anno 2015 e, in caso affermativo, quali siano gli enti e/o gli istituti che se ne siano occupati, quali test siano stati svolti e quali i risultati registrati”.

“Va inoltre indagato sulla sussistenza – conclude Donno – di eventuali ulteriori patogeni responsabili del disseccamento, valutando se gli enti e gli istituti coinvolti abbiano posto in essere tutti gli interventi necessari e utilizzato tutti gli strumenti utili a contrastare il fenomeno Xylella, ormai una vera e propria piaga per la Puglia”.

Intanto anche a Martina Franca sarebbe stato individuato un nuovo albero di ulivo positivo alla xylella. Probabilmente all’arbusto toccherà la stessa sorte dell’ulivo della stazione di servizio di Rosa Marina, a Ostuni, insieme a tutti altri ulivi che dovessero trovarsi nel raggio di 100 metri.

Articolo pubblicato originariamente su TagPress

Facebook Comments