Ferrovie Sud Est: ecco il nuovo Consiglio d’amministrazione

Firmato il passaggio definitivo di Ferrovie Sud Est nelle Ferrovie dello Stato. Nuovo amministratore delegato è Andrea Mentasti. Viero presidente, Maria Rosaria Gradilone completa il trio.

Siamo agli sgoccioli della lunga e intricata vicenda legata all’acquisizione di Ferrovie Sud Est (FSE) da parte del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane (FSI).

L’ultimo passaggio è stato formalizzato lunedì mattina presso la sede del Ministero per le Infrastrutture e dei Trasporti. Amministratore delegato della società è stato nominato Andrea Mentasti, un manager molto caro alla Lega Nord.

Mentasti è stato amministratore delegato e direttore generale di Sacbo (la società che gestisce l’aeroporto di Orio al Serio) dal 2011 a maggio 2015. Successivamente ha ricoperto l’incarico di Commissario pro tempore dell’Azienda ospedaliera di Seriate, in seguito alle dimissioni di Amedeo Amadeo.

Il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, in più occasioni aveva pensato a lui per diversi incarichi in diversi settori, sia nel settore sanitario che in quello infrastrutturale. Era stato fatto il suo nome anche per l’ipotesi dell’assegnazione di un assessorato, sia sotto la Presidenza Maroni che sotto la precedente Giunta Formigoni.

Mentasti è stato anche Direttore generale delle aziende ospedaliere di Treviglio, Sant’Anna di Como e San Paolo di Milano. Maroni l’ha fortemente voluto come Direttore generale dell’Agenzia regionale di controllo della sanità della Lombardia.
Mentasti non è tuttavia un politico ed ha una lunga esperienza nei settori della sanità e delle infrastrutture.

Il Commissario Andrea Viero, superata la gestione commissariale, sarà Presidente di FSE, ottenendo il suo terzo incarico consecutivo nella società. Fu in fatti nominato amministratore delegato nel 2015, salvo diventare pochi mesi dopo Commissario in seguito al Commissariamento dovuto alla gravissima situazione finanziaria di FSE.

Maria Rosaria Gradilone, di Roma, completa il Consiglio d’amministrazione della nuova società FSE, ora controllata dal gruppo FSI.

Maria Rosaria Gradilone è avvocato dal 1992 ed ha iniziato la sua carriera nel gruppo FSI nel 2001, diventando dirigente di RFI SPA (società che si occupa delle reti ferroviarie statali). Da gennaio 2015 ricopre il ruolo di Responsabile Struttura Penale presso Ferrovie dello Stato Spa Holding ed è membro del Consiglio di amministrazione di Centostazioni S.p.A. (azienda partecipata di proprietà di FSI nata per riqualificare, valorizzare e gestire 103 stazioni italiane).

Il Ministro Graziano Delrio, intervenuto in un vertice presso la Prefettura di Lecce, lunedì scorso, ha dichiarato che “con il commissariamento si sono garantite trasparenza e linearità. Le cose prima non funzionavano, adesso c’è la possibilità di un investimento sul trasporto pubblico locale”.

Ora ci si augura che vi sia una piena presa di coscienza del fatto che non basta far quadrare i bilanci e riportare tutto com’era, ma dare dignità al trasporto pubblico e ai pendolari.

Abbiamo più volte segnalato come il problema del trasporto pubblico in Puglia, nel Salento in particolare, non riguardi solo disservizi e ritardi, ma lo stesso concetto di trasporto pubblico, che non può essere limitato ai giorni lavorativi, escludere stazioni intermedie e avere un numero limitato di corse che escludono le fasce orarie serali. E soprattutto non può non prevedere un servizio capillare su gomma, sia in estate che in inverno, che faccia uscire dall’isolamento anche le località non servite dal trasporto ferroviario.

Articolo pubblicato originariamente su TagPress

Facebook Comments