Incendio a un Treno delle Ferrovie Sud Est in stazione

In 4 anni 17 mezzi di Ferrovie Sud Est (FSE) hanno preso fuoco. Situazione preoccupante per la sicurezza di pendolari e pubblica incolumità.

Un treno delle Ferrovie Sud Est (FSE) ha preso fuoco sui binari della stazione di Maglie ieri mattina. L’incendio si è sviluppato probabilmente per cause accidentali. Si tratta di un treno che non era in servizio da diverso tempo e lasciato sui binari secondari della stazione.

In pochi istanti le fiamme hanno avvolto il vagone. Si è reso necessario l’intervento dei Vigili del fuoco della locale Compagnia, i quali hanno domato le fiamme e messo in sicurezza l’area.

Fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta nell’incendio, né sono rimasti danneggiati altri convogli. Si sarebbe trattato di un caso di autocombustione, dovuto probabilmente al cattivo stato di conservazione, anche se l’elemento che ha generato l’incendio non sarebbe ancora stato individuato.

Diversi precedenti di incendi ai danni di mezzi FSE: 17 in 4 anni

Non è la prima volta che un incendio coinvolge un mezzo della società e infatti è solo il primo di una serie piuttosto ricca di eventi simili.

Il 30 agosto 2012, su un treno in servizio, all’altezza di Muro leccese, si sviluppò un principio di incendio. Il personale a bordo avvisò la stazione di Maglie e portarono il treno fin lì, dove l’incendio fu spento, senza conseguenze per personale e passeggeri.

Il 25 marzo 2013 una motrice ed un’intera carrozza di un treno FSE, sulla tratta GaglianoLecce, è stata completamente distrutta dalle fiamme in prossimità della stazione di San Donato.

Il 9 aprile 2013, un incendio distrusse un autobus a Soleto.

Il 14 aprile 2014, un vagone di un treno fu divorato dalle fiamme mentre viaggiava sulla tratta Zollino Nardò.

Il 26 aprile dello stesso anno un convoglio fermo alla stazione di Galugnano prese fuoco spontaneamente.

Il 17 giugno 2014, un pullman prese improvvisamente fuoco a Nardò durante il normale svolgimento del servizio, con diversi passeggeri a bordo.

Nella notte tra domenica 7 e lunedì 8 agosto 2015 un incendio ha distrutto 5 pullman di proprietà delle Ferrovie Sud Est all’interno di un deposito di Fasano, sulla SS 172. Si pensa ad un incendio doloso.

Il 20 settembre 2015 pullman della Sud Est, “da poco – spiegò l’azienda – oggetto di accurata manutenzione”, prese fuoco sulla tratta ManduriaAvetrana, con il mezzo pieno di studenti.

Il 20 ottobre del 2015, nel centro abitato di Erchie, un pullman pieno di passeggeri prese improvvisamente fuoco.

Il 20 novembre del 2015 un autobus in sosta ad una fermata di Taranto prese fuoco.

Il 16 settembre 2016 un convoglio fuori servizio fu avvolto da un incendio presso la stazione di Manduria. Non si esclude che si sia trattato di un incendio doloso, come atto ostile da parte di alcuni residenti contro gli stranieri senza fissa di mora che usavano ripararsi all’interno del mezzo.

La Procura di Lecce sta indagando sulle condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro per il personale in servizio presso Ferrovie Sud Est. Non sarebbe una cattiva idea se la magistratura allargasse l’inchiesta anche alle condizioni di sicurezza dei passeggeri e della pubblica incolumità.

A minacciare la sicurezza dei pendolari non sono solo gli incendi.

Articolo pubblicato in origine su TagPress

Facebook Comments