Minoranza: ‘Centro di accoglienza al limite del rispetto dei diritti umani’

migranti - centri accoglienza

La Minoranza attacca il sindaco: “Necessario informare la cittadinanza sui progetti di accoglienza dei migranti. Posizione incoerente su TAP”.

Gestione dell’accoglienza dei migranti, condizioni igienico-sanitarie del centro di accoglienza, presa di posizione sul progetto TAP. Secondo “Movimento Libero e Democratico“, gruppo di Minoranza nel consiglio comunale di Ortelle, il sindaco del Comune, Francesco Massimiliano Rausa, è stato più volte “inconcludente e incoerente”.

In un manifesto, affisso per le strade di Ortelle e Vignacastrisi, il gruppo di Minoranza ha informato la cittadinanza della scelta del Comune di aderire al sistema SPRAR (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati).

‘La prefettura di Lecce – si legge nel manifesto – ha già avviato più CAS (centri di accoglienza straordinaria) in alloggi forniti da privati cittadini nel territorio comunale. In linea di principio non siamo contrari alla realizzazione di progetti di inclusione sociale.’ Rivolgendosi a Rausa: ‘Vorremmo capire però come mai, su tematiche di importanza e rilevanza sociale di questa portata, non si sia discusso preventivamente in consiglio comunale. Perché non avete pensato di coinvolgere l’intera cittadinanza?’


‘Le nostre due comunità (Ortelle e Vignacastrisi, n.d.r.) in termini di ‘accoglienze’ stanno già dando tanto, e probabilmente abbiamo già raggiunto il numero massimo di presenze in rapporto alla popolazione residente’. La Minoranza invita il sindaco a ‘visitare il centro di accoglienza in Ortelle, il quale versa ormai in condizioni igienico-sanitarie al limite della decenza e del rispetto dei diritti umani‘.

Affrontato anche l’argomento TAP: ‘Nel sottolineare l’incoerenza del gruppo di Maggioranza, informiamo la cittadinanza che il nostro sindaco sta sedendo in maniera illegittima al tavolo delle trattative per la questione TAP. Si ricorda che nel 2013 il consiglio comunale ha votato all’unanimità per la presa d’atto della posizione di contrarietà alla realizzazione del progetto TAP.’

L’opposizione ‘nell’esprimere piena solidarietà al popolo di Melendugno, rimane basita dal comportamento del sindaco di Ortelle, il quale prima (in prossimità delle elezioni) si è detto contrario alla realizzazione dell’opera, andando addirittura a protestare con la fascia tricolore bloccando simbolicamente l’accesso del cantiere TAP e oggi invece va a trattare sui ristori ambientali.’

‘Sindaco – conclude la Minoranza – il nostro territorio non è in vendita e sappia che in quel tavolo lei rappresenta solo se stesso, e forse qualche consigliere della passata e dell’attuale maggioranza, ma sicuramente non ha mai avuto alcuna delega per rappresentare il nostro territorio’.

Alberto Pizzolante

Articolo pubblicato originariamente su http://www.tagpress.it/politica/centro-accoglienza-limite-diritti-umani-20171201

Facebook Comments