Assolto il sindaco accusato di evasione fiscale

Francesco Massimiliano Rausa, sindaco di Ortelle, è stato assolto nel processo che lo vedeva accusato di evasione fiscale

Si è concluso con un’assoluzione il processo nei confronti di Francesco Massimiliano Rausa, sindaco di Ortelle. Rausa era accusato di evasione fiscale.

Secondo il sostituto procuratore Francesca Miglietta, Rausa non avrebbe versato, per conto di Energia srl (azienda di cui era legale rappresentante), l’acconto dell’IVA relativo al periodo di imposta successivo per un importo di circa 400mila euro. Il giudice, Mario Tosi, ha però assolto il sindaco dal reato contestatogli “perchè non punibile in quanto commesso per forza maggiore”. Il giudice ha anche revocato il sequestro preventivo dei beni di Rausa.

Il mancato versamento dell’acconto IVA è stato causato dal mancato incasso di alcune fatture. Non avendo quindi incassato le somme, l’azienda non aveva la possibilità di pagare l’IVA sull’importo fatturato. “Non si è trattato di evasione fiscale. Sono sempre stato sereno – ha dichiarato il sindaco Rausa – e il finale di questa lunga vicenda mi conferma che il mio atteggiamento, anche privato, è stato sempre all’insegna della legalità“.

Articolo pubblicato in origine su TagPress

Facebook Comments