Surf in Salento: un’opportunità per destagionalizzare il turismo?

surf in salento

Vivere il mare tutto l’anno è l’idea alla base del progetto Surf in Salento. Il Comune di Lecce ci crede e vede un’occasione per valorizzare le proprie marine. Avviata una collaborazione con la FISW.

Se si pensa che il turismo nel Salento sia solo balneazione e che il mare sia fruibile solo d’estate si ignorano tutte le grandi risorse che questa terra ha da offrire. Se ci soffermiamo sul mare, oltre alle bellezze naturali, i panorami, le passeggiate sulle spiaggia, senz’altro fruibili anche d’inverno, una prospettiva di crescita in senso turistico può arrivare dal surf o in generale dagli “sport da tavola”, sempre più diffusi, grazie anche ai frequenti venti a cui la penisola salentina è esposta.

Il surf e gli sport da tavola marini possono contribuire alla destagionalizzazione del turismo nel Salento?

Chi ha dato vita e sostenuto il progetto “Surf in Salento” crede di sì, crede in circolo virtuoso azionato da questo che, negli ultimi anni, starebbe inculcando la mentalità di vivere il mare tutto l’anno per mezzo dello sport e dell’aggregazione sociale.


L’idea è quella di promuovere il territorio e valorizzare le marine locali cavalcando le onde dei due mari e delle acque di tutta la costa pugliese. Un percorso di crescita mosso dalle iniziative lungimiranti di Carlo Morelli, promotore e fondatore di un progetto di sviluppo territoriale nato nel 2012 e rappresentato dalle pratiche sportive del surf da onda, windsurf, kitesurf e Stand up paddle.

La passione per il mare viene usata come unico sprone per avvicinare le nuove generazioni, gli appassionati, i curiosi e i forestieri provenienti da culture surfistiche più profonde e radicate.

Carlo Morelli, classe ’82, leccese è stato investito recentemente della carica di delegato regionale per la Puglia della FISW (Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard) che, su richiesta del Coni, ha accorpato la disciplina del surfing e di tutte le sue specialità in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

L’incontro con l’Amministrazione del Comune di Lecce

MORELLI, SERAFICA, FORESIO surf in salentoNei giorni scorsi, il presidente nazionale della FISW Luciano Serafica è sbarcato a Lecce per incontrare le istituzioni e tutti i presidenti delle associazioni dilettantistiche sportive affiliate alla federazione per il surf e il Sup.

“Bollono in pentola tante belle iniziative – spiega l’Assessore allo Sport Paolo Foresio  per il Comune di Lecce -. Il rilancio delle marine leccesi passa anche dal fascino degli sport da tavola. Ho ribadito ai vertici del movimento che l’amministrazione è al fianco di questo importante progetto”.

Inoltre, Daniele De Nuzzo di Locals Crew Salento Asd, Edoardo Bocca di Asd 3Oceani Sport Center e Carlo Morelli di Surf in Salento e nella veste di delegato Puglia della FISW, hanno raccontato le proprie esperienze e le opportunità che questi sport possono offrire al territorio e alle realtà ricettive, in occasione dell’ultima edizione di BTM Puglia (Business Tourism Management).

“La nostra missione parte da quel movimento che prese piede in California negli anni sessanta, e che cambiò positivamente intere generazioni di ragazzi in cerca di forti emozioni – commenta Morelli -. Il nostro sogno vuole essere contagioso, ma anche rispettoso dell’ambiente e della cultura che circonda il Salento e gli sport da tavola. Un sogno sostenibile insomma. Crediamo fortemente che per creare una comunità surfistica numerosa e serena ci sia bisogno di raccontare esperienze incentrate sul dialogo e sul confronto costruttivo. Surf in Salento si trasforma in mappa che funge da guida per tutti coloro che desiderano praticare questi sport”.

Facebook Comments

Blog di informazione, informazioni, attualità, approfondimenti, #eventi sul #Salento e non solo

One thought on “Surf in Salento: un’opportunità per destagionalizzare il turismo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *