Collect Waste Walk: da Galatone a Seclì

Primo pannello ambientale del Collect Waste Walk

Anche via Santa Maria entra nella “sfida” di Giorgio Greco nei confronti del “ciclista spazzino”, Damiano Marangoni. Intanto è stato affisso il primo pannello Collect Waste Walk, Ambiente e Sport.

Il Collect Waste Walk intrapreso da Giorgio Greco va avanti e amplia i confini. Continua quindi la “sfida” a distanza con il “ciclista spazzino”, Damiano Marangoni, della provincia di Varese, per il “titolo” di strada più pulita d’Italia.

Si tratta, come già ricordato nei precedenti articoli, di una sfida simbolica dove a vincere, in ogni caso, saranno entrambi i concorrenti, le comunità locali e l’ambiente.

Ora l’attività di Collect Waste Walk di Giorgio Greco, dopo via Vorelle (Galatone) è stata estesa a via Santa Maria, anch’essa destinata ad entrare nella “sfida”. Via Santa Maria è una strada che da Seclì porta sulla provinciale Aradeo-Neviano (percorso a piedi di 2 chilometri e 600 metri andata e ritorno).


‘Si tratta di una strada rurale dove è posizionata la mia campagna, il Mu, ricadente nel territorio del piccolo e grazioso borgo di Seclì in cui risiedo – spiega Greco – un Comune ricco di stradine che si diramano in ogni direzione, oggi trascurate come avviene un po’ in tutto il Salento, ma un tempo lontano con asfalti da autostrada e cigli puliti. Le stesse campagne erano vere e proprie vetrine tenute nello splendore dai nostri nonni.’

Oltre che un dovere civico e giuridico, quello di mantenere un ambiente pulito è un’accortezza che contribuisce a rendere i luoghi più belli e salubri. Ma oltre a non sporcare si può anche provare a pulire, anche se sono stati altri ad aver sporcato.

‘Collect Waste Walk – prosegue Greco – cercherà di fare il possibile per riportare queste strade o parte di esse in uno stato sufficientemente decoroso, ma l’impresa sarà ardua, visto l’argomento in gioco per nulla appetibile; ci fosse oro invece di rifiuti l’Italia tutta verrebbe ripulita in un istante, in una gara all’ultimo sangue.’

Tratto di via Santa Maria - Seclì Galatone - Collect Waste Walk‘Intanto via Vorelle continua a mantenersi bella – aggiunge – grazie al costante impegno del guerriero dell’ambiente, Gigi Migliaccio, e della sua associazione “Galatonesi a raccolta, pulito è più bello” che opera, prevalentemente, nel territorio di Galatone. Ringrazio la signora Patrizia Manco per la preziosa disponibilità e collaborazione offerta alla mia azione.’

In via Santa Maria, a testimonianza e riconoscimento del lavoro fatto, è stato affisso il primo pannello ambientale targato Collect Waste Walk, Ambiente e Sport.

Le intenzioni del coscienzioso cittadino di Seclì sono quelle di portare e incoraggiare questa pratica in più Comuni del Salento. Ma già i primi effetti si sono visti. Le buche di via Vorelle sono state chiuse e alla pubblicazione delle notizie su questa “sfida”, altri cittadini salentini hanno tenuto a far sapere attraverso i social che già da tempo puliscono volontariamente campagne, strade, spiagge, luoghi pubblici.

Facebook Comments

Laureato in giurisprudenza, scrivo, racconto, facendomi domande, senza cercare risposte facili. Più che giudicare mi interessa comprendere. Sono stato cofondatore e caporedattore della Testata TagPress.it. Al momento gestisco il blog SalentoMetropoli.it e collaboro come freelancer per altre testate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *