TAP: arriva la talpa, strade bloccate e imponente dispiegamento forze dell’ordine

Un’ordinanza del Prefetto notificata alle 23 blocca blocca gli accessi dalle 23 alle 5. Arrivata la talpa di TAP scortata da un impomente dispiegamento di forze dell’ordine.

A Melendugno arriva la talpa di TAP. Senza alcun preavviso gli abitanti di Melendugno e limitrofi si sono ritrovati con un dispiegamento di forze di polizia in assetto antisommossa agli ingressi a San Foca. Le forze dell’ordine erano presenti anche Vernole, Castrì, Calimera.

Imponente anche la scorta al “trasporto speciale”, la talpa meccanica, trasportata a bordo di un Tir.

Si tratta di una speciale fresa meccanica con la quale verrà scavata la galleria funzionale alla realizzazione del microtunnel sotto la spiaggia di San Basilio.

Il trasporto speciale ha messo in difficoltà anche il Comune di Melendugno, che non sarebbe stato messo nelle condizioni di organizzare un eventuale piano traffico e di sicurezza. Infatti il Prefetto di Lecce, Cucinotta, ha emanato un’ordinanza con cui dispone l’interdizione alla circolazione delle uscite della tangenziale est Sp1, Sp2, Sp145, fino a San Basilio di San Foca, dalle ore 23 del 9 gennaio, alle ore 5 del 10 gennaio.

Ma al Comune l’ordinanza sarebbe stata notificata alle ore 23, cioè quando il provvedimento iniziava ad esplicare i suoi effetti.

Cittadini e attivisti si sono riversati in strada ed hanno lamentato degli interventi “censori” da parte di alcuni poliziotti, i quali avrebbero cercato di impedire che venissero effettuate foto e riprese.

Di seguito il commento sel Sindaco di Melendugno, Marco Potì.

Scene incredibili in questi minuti a Melendugno e Vernole
Numerosissimi agenti e forze di polizia che presidiano tutte le strade che intersecano con la provinciale che da Lecce va fino al cantiere di San Basilio a San Foca, in tenuta antisommossa.

Un’ordinanza prefettizia di blocco della circolazione notificata per PEC al Comune alle ore 23:00 (ad uffici abbondantemente chiusi!), che va dalle ore 23:00 del 9 gennaio alle ore 5:00 del 10 gennaio; il tutto per permettere il trasporto eccezionale della talpa di Tap, che dovrà trivellare sotto la spiaggia di San Foca.

Dall’altra parte delle strade ci sono zero cittadini che protestano o pericolosi facinorosi.

C’è un dispiegamento di polizia paragonabile a quello che fronteggia i gilet gialli francesi.
Invece c’è un tranquillo paese militarizzato, bloccato e offeso.

Invece dall’altra parte c’è lo Stato italiano che difende un’opera e un’azienda privata su cui ci sono indagini in corso da parte della magistratura penale per possibili violazioni di legge.

Non si può comprendere e tollerare una sospensione della libertà di circolazione e della costituzione in questa parte di Italia.

Il Salento e Melendugno hanno una dignità.

RISPETTATECI!
#notap
#democrazia

Facebook Comments

Laureato in giurisprudenza, scrivo, racconto, facendomi domande, senza cercare risposte facili. Più che giudicare mi interessa comprendere. Sono stato cofondatore e caporedattore della Testata TagPress.it. Al momento gestisco il blog SalentoMetropoli.it e collaboro come freelancer per altre testate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *