Abili ad amare: riflessioni su emotività, affettività e sessualità disabili

Maximiliano Ulivieri - abili ad amare - incontro su disabili e sessualità

Venerdì 6 aprile alle Officine Cantelmo l’associazione Lecce Città Pubblica organizza “Abili ad amare. Riflessioni sull’emotività, l’affettività e la sessualità delle persone disabili”.

Venerdì 6 aprile (ore 18 – ingresso libero) alle Officine Cantelmo di Lecce l’associazione Lecce Città Pubblica organizza “Abili ad amare. Riflessioni sull’emotività, l’affettività e la sessualità delle persone disabili”. All’incontro – moderato da Natasha Mariano Mariano (medico e consigliere comunale di Lecce Città Pubblica) – interverranno Maximiliano Ulivieri (presidente dell’associazione LoveGiver, curatore e co-autore del libro “LoveAbility – L’assistenza sessuale alle persone con disabilità”), i consiglieri regionali Cosimo Borraccino e Mario Pendinelli, il sindaco e l’assessora ai diritti civili del Comune di Lecce Carlo Salvemini e Silvia Miglietta.

“Ci sforziamo di venire incontro alle persone con disabilità per ogni loro bisogno che non possa essere svolto in completa autonomia: le aiutiamo a vestirsi, spogliarsi, mangiare, lavarsi. Diamo loro carrozzine elettriche per muoversi, macchine con comandi speciali, computer dotati delle più moderne tecnologie, dotiamo le loro case di soluzioni domotiche che consentano una vita indipendente. Eppure, di tutti questi diritti — di cui nessuno metterebbe in dubbio la legittimità — ce n’è uno che viene sistematicamente taciuto, omesso, rimosso: quello alla sessualità. Toccarsi ed essere toccati, necessità naturali per chiunque, diventano questioni scabrose, disturbanti, scomode se riferite alle persone con disabilità.”

“Viviamo con le mani degli altri addosso. Ed è una fortuna avere queste mani che ci permettono di vivere in modo dignitoso, ma in molti casi nessuno ci tocca per un suo o per un nostro piacere”, scrive Maximiliano Ulivieri in “LoveAbility”, primo libro italiano che affronta il tema dell’assistenza sessuale per disabili, una realtà consolidata in gran parte dell’Europa ma di cui il nostro Paese fatica a prendere atto.

Dando la voce a testimonianze dirette ma anche alla prospettiva di ricercatori, decisori politici, operatori, questo libro vuole essere non solo d’aiuto a chi — disabili e familiari — vive ogni giorno sulla propria pelle le conseguenze di una vita in cui sessualità e affettività sono negate, ma anche di stimolo a liberare da tabù e pregiudizi, portandolo all’attenzione del dibattito pubblico, il tema del rapporto tra sessualità e disabilità.

Maximiliano Ulivieri, nasce il 21 Marzo del 1970 a Campiglia Marittima (LI) e risiede a Bologna dal 2010. Lavora nel campo del turismo accessibile a persone con disabilità. Da questo lavoro è nato (nel 2009) il sito www.diversamenteagibile.it che raccoglie reportage di strutture e viaggi accessibili a persone con disabilità. Ha creato anche una versione specifica per Bologna (www.bolognaforall.it). È docente e formatore in corsi per tour operator, agenzie di viaggi e guide turistiche. Si occupa inoltre di tematiche legate all’affettività e la sessualità nella disabilità. Responsabile del progetto www.lovegiver.it che vuole istituire la figura dell’assistente sessuale in Italia. Curatore e co-autore del libro “LoveAbility – L’assistenza sessuale alle persone con disabilità” (Erickson). Cura il magazine www.disabilitystyle.it con cui si cerca di dare una nuova immagine al mondo della disabilità e scrive per “Il Fatto Quotidiano“.

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 06/04/2018
18:00

Luogo
Officine Cantelmo

Categorie

Blog di informazione, informazioni, attualità, approfondimenti, #eventi sul #Salento e non solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *