Raiz & Radicanto a Lu Mbroia, per il nuovo disco ‘Neshama’

raiz & radicanto - neshama

Lunedì 19 novembre Raiz & Radicanto saranno a Corigliano per un concerto di presentazione di ‘Neshama’, il loro ultimo lavoro discografico.

raiz & radicanto - neshamaProdotto da Arealive con il contributo di Puglia Sounds, il nuovo album di Raiz & Radicanto, “Neshama“, è uscito il 7 ottobre, anticipato dal singolo “Jerusalem” (feat. Mauro Pagani).

Lunedì 19 novembre, Raiz & Radicanto saranno a Corigliano d’Otranto presso Officina Agorà, ospiti di Art&Lab Lu Mbroia, per presentare il loro nuovo lavoro musicale. E’ previsto un contributo associativo Live, da 10 euro, ed un contributo per live e aperitivo da 15 euro.

L’aperitivo verrà aperto alle ore 20:30, mentre l’inizio del concerto è previsto per le ore 21:00.

Continua, dunque, il percorso svolto in questi anni a partire dalla realizzazione del precedente disco, dal titolo “Casa“, di ricerca e rielaborazione della musica tradizionale del Mediterraneo come una realtà ‘panregionale’, senza frontiere: parole che si fanno suono, non nel senso che diventano testo di una canzone, ma che evocano la canzone stessa.


Arrangiamenti in chiave acustica, intensi, legano con dolcezza ed efficacia una musica meticcia, che nasce dall’incontro di Raiz (storica voce degli Almamegretta) con i Radicanto, finalisti del Premio Tenco e nella Top Ten della World Music Chart of Europe.

Si tratta di un progetto, potente e raffinato al tempo stesso, in cui l’universo sonoro della voce di Raiz si intreccia ai ritmi cadenzati, agli echi delle corde, delle pelli, dei mantici e dei fiati dei Radicanto. Ospiti del disco, inoltre, due grandi nomi della musica italiana: la pianista Rita Marcotulli e il violinista Mauro Pagani.

Neshama”, dunque, rappresenta l’omaggio di Raiz e dei Radicanto alla musica e ai testi paraliturgici della tradizione degli ebrei di origine spagnola: dopo l’approdo nella penisola iberica conseguente alla distruzione di Gerusalemme da parte romana nel 70 dc e dopo 1400 anni di permanenza, furono espulsi da Isabella la Cattolica disperdendosi in Nord Africa, Italia, Grecia e Turchia e mantenendo un legame fortissimo, linguistico e culturale, con la ‘seconda madrepatria’.

Alla comunità degli ebrei sefarditi (da “Sefarad”, che in ebraico significa appunto “Spagna”) appartengono grandi filosofi e maestri come Moshe ben Maimon (Maimonide), conosciuto presso i musulmani con il suo nome arabo “Musa ibn Mimun”, Shelomo ibn Gabirol, Ibn Ezra, tutti autori di poemi paraliturgici detti “piyutim”, che sono stati diversamente musicati nei secoli dai fedeli, ora con melodie originali, ora adattandone le parole a melodie già esistenti, e che spesso sono sopravvissute nel tempo soltanto nelle slà (“sinagoga” in giudeo-arabo).


Nonostante sia un progetto dal profilo molto identitario, ben si sposa col concetto di musica spuria a cui Raiz & Radicanto ci hanno abituato: essendo l’identità culturale degli ebrei sefarditi estremamente composita e varia (ebraico, arabo, spagnolo; melodie che attraversano il Mediterraneo dall’Andalusia alla Grecia passando per il Sud Italia fino al Levante), il gruppo ha inteso celebrarla come campione non di purezza ma di consapevole tolleranza e coesistenza, unica possibilità di sopravvivenza per un mondo sempre più attraversato da populismo e razzismo.

Neshama”, tra l’altro, in ebraico vuol dire “anima”: un po’ come la ‘soul music’ del Mediterraneo, che spesso ha in comune con quella degli afroamericani i testi tratti dal Libro dei Salmi e, soprattutto, una religiosità che fa leva su giustizia, equità e difesa dei più deboli.

RAIZ

Gennaro Della Volpe, in arte Raiz, nasce a Napoli nel 22 aprile del 1967, cresce nel quartiere Ponticelli, nella zona orientale. Nella città partenopea, nel 1991 crea insieme a Gennaro T., D. Rad e Paolo Polcari il gruppo degli Almamegretta (Anima migrante), ed è proprio questo il titolo dell’album di debutto della band, pubblicato nel 1993 e seguito nel 1995 da “Sanacore“.

Dal lavoro di remixaggio del singolo “Karmacoma” dei Massive Attack nasce “The Napoli Trip”. Nel 1998 esce il terzo lavoro, “Lingo“, seguito l’anno successivo da “4/4”.

A partire dal 2001 Raiz si occupa di progetti che non coinvolgono direttamente gli Almamegretta collaborando con gli Orchestral World Groove di Gaudì e partecipando all’opera teatrale “Brecht’s Dance” con i Cantieri Teatrali Koreja. Inizia quindi la carriera da solista: lascia temporaneamente gli Almamegretta per lavorare con i produttori Roberto Vernetti e Paolo Polcari (ex Almamegretta).

Raiz collabora in Italia e all’estero con artisti quali Pino Daniele, Stewart Copeland, David Fiuczynski, Planet Funk, Bill Laswell, Leftfield, Asian Dub Foundation, Les anarchistes, Eraldo Bernocchi, Roy Paci, Teresa De Sio , Radicanto e SteelA. Compone i brani per alcune colonne sonore (“Luna rossa” di Antonio Capuano) e compare nel film di Gianluca Sodaro, “Cuore scatenato”.

A maggio del 2004 pubblica il suo primo album da solista “Wop”, anticipato dal singolo “Scegli me”. Il titolo del disco richiama il soprannome attribuito negli Stati Uniti agli emigrati italiani che lavoravano senza documenti. “Wop”, il secondo singolo tratto dal disco, esce accompagnato da un videoclip realizzato dal collettivo Kroitniz. Nel 2007 esce il secondo album “Uno”.

Sempre nel 2007 collabora con Nino D’Angelo proponendo insieme al Festival di Sanremo la canzone “Nu napulitano” che però non verrà ammessa al concorso. Partecipa inoltre con gli SteelA e Giuseppe De Trizio al concerto del Primo Maggio del 2008 a Roma e nell’ estate dello stesso anno attraversa l’Italia in un tour di grande successo; a luglio torna per una sera a cantare con i suoi vecchi compagni Almamegretta nella serata inaugurale del Neapolis Rock Festival, dove duetta con gli amici Massive Attack. Nel 2010 partecipa, con gli Almamegretta, alla colonna sonora di Passione (film dedicato alla canzone napoletana diretto da John Turturro) con un remake di Nun Te Scurda’. Nel film Raiz compare anche come attore. A maggio 2011 esce per la Universal YA!, terzo Cd da solista di Raiz.

Da luglio 2011 partecipa a “Passione Tour”, concerto tratto del docu-musical di John Turturro. Nel giugno 2012 esce per Arealive il cd “Casa” Raiz & Radicanto e dopo un ampio tour estivo risulta finalista del Premio Tenco e unico cd italiano presente nella prestigiosa World Music Chart of Europe dello stesso mese di settembre. Nel febbraio 2013 Raiz partecipa con gli Almamegretta a Sanremo. Due mesi dopo esce il nuovo cd della band “Controra”.

RADICANTO

Il progetto culturale Radicanto, costituito in associazione, nasce per volontà di Giuseppe De Trizio il 30 giugno 1996 con l’intento di recuperare e riproporre in chiave originale le musiche tradizionali del sud Italia e dei sud del mondo, conducendole attraverso composizioni d’autore e miscellanee sonore capaci di unire passato e presente in un unico e cangiante insieme musicale. In questi anni l’ensemble ha collaborato con alcuni dei maggiori esponenti della canzone popolare e d’autore italiana come Teresa De Sio e Raiz (Almamegretta) ma anche con l’attore Dario Fo e lo scrittore Roberto Saviano.

Di seguito allo studio svolto sul campo alla ricerca delle memorie musicali nonché ad una intensa attività concertistica nei maggiori festival italiani ed europei del settore, abbiamo frequentato la via del teatro (compagnia Piccolo Teatro di Bari, Nuove Produzioni spettacolari, compagnia Piccola Ribalta, Anonima Gr) e del cinema (colonna sonora del film ‘Mia figlia fa la madonna’, del regista Nino Tropiano prodotto dall’accademia del cinema di Dublino nel 2000; colonna sonora del film ‘All’alba saliremo il monte’, 2002; colonna sonora originale del film ‘La casa delle donne’ -con oltre un milione e mezzo di visualizzazioni su youtube – del regista Domenico Mongelli, 2003; colonna sonora del film ‘Dediche di un viandante del sud…il verso del nord’, Romeo Conte, 2003, colonna sonora del film ‘Il tramite’ 2004, prodotto dalla Rai per la regia di Stefano Reali), partecipando, inoltre, alla colonna sonora dello spettacolo di danza ‘Savor Mediterraneo’ del coreografo Vittorio Biagi. Inoltre Radicanto ha partecipato a programmi e format radiofonici e televisivi: ‘Terre da Musica’, Rai due, ‘Stereonotte’, Radio uno, “La stanza della musica”, Radio Tre suite, ‘Notturno Italiano’, Rai international, ‘Tg3 Primo Piano’, Rai tre, ‘Linea Blu’, Rai uno.

Nel 2006 il gruppo è finalista del premio De Andrè, nel 2007 del Premio Musicultura, nel 2009 e nel 2012 (con Raiz) del Premio Tenco. Dal 2009 l’associazione Radicanto dirige la rassegna musicale “Di Voce in voce” con il contributo dei Comuni di Bari, Bitonto, Camera di Commercio di Bari e della Regione Puglia.

I Radicanto hanno rappresentato l’Italia al “festival europeo del cinema in Romania”, al “Festival dei paesi del Mediterraneo”, al Vittoriano di Roma, scelti dal direttore artistico Vincenzo Mollica e al “Festival dell’arte Russa” a Mosca. Nel settembre 2012 sono stati inseriti (unico gruppo italiano) nella prestigiosa World Music Chart of Europe.

Nel mese di febbraio 2014 insieme a Raiz partecipano alla colonna sonora della Fiction in onda su Rai Uno “L’oro di Scampia” con Beppe Fiorello e Anna Foglietta, per la regia di Marco Pontecorvo. Nel 2016 pubblicano il decimo CD “Memorie di sale” che festeggia il ventennale della loro attività e rientra tra gli album selezionati per il Premio Tenco.

Guarda gli altri eventi in programma

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 19/11/2018
20:30

Luogo
Associazione Art&Lab "Lu Mbroia"

Categorie

Blog di informazione, informazioni, attualità, approfondimenti, #eventi sul #Salento e non solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *