Sulle tracce di Ercole: escursione notturna e teatro nel giardino megalitico

escursione notturna Sulle tracce di Ercole - giuggianello

Venerdì 16 agosto escursione notturna “Sulle tracce di Ercole”, dal Museo della Civiltà contadina fino al giardino megalitico, sulla Collina dei fanciulli e delle ninfe, dove andrà in scena lo spettacolo teatrale di Giuseppe Semeraro, con la regia di Fabrizio Saccomanno.

Venerdì 16 agosto avrà luogo un’escursione notturna “Sulle tracce di Ercole”, seguito da uno spettacolo teatrale all’aperto nel giardino megalitico più bello della Puglia, la collina dei fanciulli e delle ninfe, dove si trovano dei megaliti contornati da ancestrali leggende e un alone di mistero. Tra questi grossi massi spiccano il “Masso della vecchia” e il “Piede di Ercole”.

Non a caso è “Sulle tracce di Ercole” il titolo dato all’escursione notturna che si volgerà venerdì 16 agosto, partendo alle ore 20:45 dal Museo della Civiltà Contadina del Salento in Via Roma, a Giuggianello.


Il ritrovo è previsto per le ore 20:30 e si suggerisce munirsi di torcia e abbigliamento e calzature adeguati al percorso misto asfalto e terra, per un totale di 6 chilometri con un tratto in salita.

Una volta giunti al giardino megalitico ci sarà l’esibizione teatrale di Giuseppe Semeraro, dal titolo “Digiunando davanti al mare”, per la regia di Fabrizio Saccomanno, dedicato a Danilo Dolci.

Digiunando davanti al mare: un’opera teatrale dedicata a Danilo Dolci

La figura di Danilo Dolci sfugge a qualsiasi tentativo di classificazione: poeta, intellettuale, pedagogo. Dopo un breve viaggio in Sicilia decide di ritornarci e di mettersi al fianco degli ultimi, dei diseredati, dei banditi come li chiamava lui stesso.

Negli anni cinquanta organizza e promuove tantissime manifestazioni e scioperi in difesa dei diritti dei contadini, dei pescatori, dei disoccupati.

Il suo attivismo gli valse due candidature a premio Nobel per la pace e il riconoscimento a livello internazionale del suo operare. Sempre in quegli anni con i contadini progetta e realizza una radio clandestina, un asilo, una diga, l’università popolare insieme a tanti progetti culturali. Quello che più mi interessa in questa figura sono le sue qualità umane, il suo grande potere comunicativo e soprattutto la fiducia che sapeva spargere.

Prossima escursione notturna, venerdì 23 agosto 2019: “Sulle tracce di Enea”

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 16/08/2019
20:30

Luogo
Museo della civiltà contadina del Salento - Giuggianello

Categorie

Blog di informazione, informazioni, attualità, approfondimenti, #eventi sul #Salento e non solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *