Un anno di lotta: video e incontro informativo su TAP

un anno di lotta - no tap

Venerdì 28 settembre 2018, alle ore 18, sarà proiettato il video ‘Un anno di lotta’, di Baba Paradiso, sulla lotta contro il gasdotto TAP: Seguirà un incontro sui temi dei diritti umani, del diritto all’ambiente, del diritto al clima.

Il Coordinamento Tutela del Territorio Magliese Promuove un incontro per informare la cittadinanza sulle ragioni di opposizione al gasdotto TAP,  presso l’Atrio del Liceo Capece, a Maglie.
Nel corso dell’incontro sarà proiettato il docufilm ‘Un anno di lotta’, di Baba Paradiso, che racconta la lotta del Movimento No Tap, l’opposizione della popolazione salentina alla realizzazione del gasdotto, la repressione subita.

Interverranno:

Prof. Michele Carducci, ordinario di diritto costituzionale comparato (Unisalento) e coordinatore del Centro di Ricerca Euro Americano sulle Politiche Costituzionali (CEDEUAM),

Ing. Alessandro Manuelli, componente della Commissione tecnica del Comune di Melendugno, formato presso la Technische Universität Chemnitz, precedentemente occupato presso l’Istituto Italiano di Tecnologia, egomedical AG, Politecnico di Milano,

Avv. Elena Papadia, impegnata nella difesa giudiziaria degli attivisti colpiti dalle misure repressive.

Modera Francesco Palmieri, del Movimento No Tap.


L’infrastruttura TAP trasgredisce numerosi impegni, obiettivi e standards internazionali. E’ attuata in violazione della Convenzione di Aarhus sulla democrazia ambientale, intesa quale partecipazione cittadina ai processi decisionali in materia ambientale. E’ incompatibile con la cd. transizione climatica prevista dall’Accordo di Parigi sul clima, che detta obiettivi vincolanti per l’abbassamento del surriscaldamento globale. Pertanto, il gasdotto Tap costituisce un atto di “ingiustizia climatica” e chi lo contrasta assume lo status di Human Rights Defenders, secondo le linee guida Osce.

Come affermato dal Prof. Michele Carducci, il gasdotto Tap ‘in una parola è un’opera anacronistica rispetto agli obiettivi climatici di salvaguardia del pianeta. Per questo diventa rilevante la lesione di diritti umani ambientali. Avallarla significa commettere un atto miope di “ingiustizia climatica”’.

All’evento pubblico, quindi, saranno invitati i rappresentanti dei cittadini salentini nelle istituzioni regionali, nazionali ed europee, affinché nel dibattito conclusivo dello stesso possa aversi un confronto con la cittadinanza sulle ragioni che determinano i loro orientamenti e condotte sulla vicenda Tap, che impatterà senz’altro sulle popolazioni e sul futuro del pianeta.

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 28/09/2018
18:00

Luogo
Liceo " Francesca Capece" - Maglie

Categorie

Lascia un commento