Rifiuti tombati: scoperta cava di due ettari

Polizia Provinciale sequestra area di due ettari di rifiuti tombati presso cava dismessa. Proprietario denunciato per discarica abusiva.

Nell’ambito di un controllo ordinario, gli agenti della Polizia Provinciale hanno scoperto una discarica abusiva, presso una cava dismessa. L’area interessata dal deposito di rifiuti tombati è pari a circa due ettari.

Il sito si trova a Copertino, sulla strada che conduce verso Collemeto, nella zona PIP. Gli agenti hanno ritrovato dei cumuli di spazzatura indifferenziata, tracimati soprattutto grazie alla pioggia dei giorni scorsi.

La cava sarebbe stata utilizzata in passato dal Comune per il conferimento dei rifiuti solidi urbani, fino al 1998. Tuttavia alcuni conferimenti di rifiuti, secondo quanto rilevato, potrebbero essere più recenti, quindi oltre il periodo di autorizzazione.

[tagpress_ad_marcello]

Occorre quindi accertare la natura dei rifiuti e lo stato di conservazione dei rifiuti. L’area non sarebbe mai stata bonificata o messa in sicurezza. Oltre ai classici rifiuti domestici sarebbero stati ritrovati anche medicinali e materiali plastici, mente è vivo il timore che il percolato possa aver permeato il terreno contaminando la falda acquifera.

Il proprietario dell’area, un imprenditore del posto, è stato denunciato, mentre i documenti sono stati trasmessi alla Procura, che ha aperto un fascicolo di indagini con l’ipotesi di reato di discarica abusiva.

Si attendono per le prossime ore provvedimenti da parte del magistrato titolare dell’inchiesta, anche finalizzati all’accertamento di possibili contaminazioni. Da valutare anche eventuali responsabilità in seno al Comune di Copertino.

Intanto ci si chiede quale sarà la prossima e quando verrà scoperta.