Rifiuti Zero Tour: parte l’iniziativa itinerante del M5S

M5S: “Aiuteremo i pugliesi a trasformare i rifiuti in una opportunità”. Nove date nella provincia di Lecce. Si parlerà anche della proposta di legge sui rifiuti.

A pochi giorni dalla sentenza del TAR Lecce che ha demolito il progetto di espansione della discarica di Cavallino e nel cuore del dibattito circa il destino della discarica di Corigliano, il Movimento 5 Stelle Puglia annuncia l’avvio del Rifiuti Zero Tour, una campagna informativa itinerante con 33 appuntamenti in altrettante località della Puglia.

I pentastellati si propongono di “informare ed aiutare i pugliesi a smaltire i loro rifiuti in maniera ecologica ed intelligente, trasformandoli in una risorsa che può generare sia benefici economici in bolletta per i cittadini che incredibili benefici per l’ambiente e per il nostro territorio; in poche parole, seguendo le finalità perseguite dalla Commissione europea, introdurre una visione regionale incentrata sull’economia circolare”.

Il tema è centrale e più che mai attuale. Urgono, infatti, delle soluzioni per evitare di entrare in una situazione emergenziale proponendo delle soluzioni alternative ad opere impattanti e pericolose per l’ambiente e la salute. Nelle scorse settimane il M5S ha presentato una proposta di legge regionale, denominata “Verso un’economia circolare a rifiuti zero”. Durante il Rifiuti Zero Tour verranno illustrate le linee guida, gli obiettivi e le misure previste dal testo normativo.

Antonio Trevisi
Antonio Trevisi

Il tour inizierà questa sera alle ore 19 a Noicattaro, con l’intervento del Capogruppo al Consiglio Regionale Antonio Trevisi, primo firmatario della proposta di legge, ed il candidato sindaco M5S di Noicattaro Raimondo Innamorato. La prima tappa in provincia di Lecce è attesa per il 5 maggio, a Cavallino, paese la cui comunità è particolarmente sensibile alla questione dei rifiuti. Le altre tappe nella provincia saranno Alessano, Lizzanello, Ugento, Taurisano, Trepuzzi, Sogliano Cavour, Gallipoli, Nardò, Taviano.

Di seguito le dichiarazioni di Antonio Trevisi:

“Purtroppo la pianificazione della Regione Puglia in questo settore è purtroppo molto deludente e ha accumulato un ritardo ventennale, figlio di interventi politici sbagliati. Con queste iniziative vogliamo sensibilizzare i cittadini sulla tematica della gestione ecologica dei rifiuti. Una rivoluzione “verde” che può prendere vita subito con incredibili benefici per i pugliesi e per il nostro ambiente, se ogni cittadino comprenderà la necessità e l’importanza di smaltire adeguatamente i rifiuti nel rispetto del nostro ambiente e se la Regione Puglia prenderà in seria considerazione la possibilità di trasformare in legge la nostra nostra Proposta Regionale “Verso un’economia circolare a Rifiuti Zero”; una proposta che introduce diverse innovazioni in Puglia come un sistema di tariffazione premiale che consentirebbe alle famiglie che fanno il compostaggio domestico e si impegnano per fare la raccolta differenziata, di ottenere degli importanti benefici economici in bolletta.

Una gestione adeguata del compost permetterebbe ad esempio di affrontare e risolvere adeguatamente anche problemi come la desertificazione del nostro territorio pugliese,un territorio carsico con una percentuale di sostanza organica nel terreno sotto il 2%. Oltre al compost la proposta di legge diverse novità come i centri di riuso, i last minute market, i sistemi vuoto a rendere, gli eco point e gli orti comuni.”

Articolo pubblicato originariamente su TagPress.it