Malfunzionamento al Cup: pazienti del Vito Fazzi in rivolta

Proteste degli utenti al Cup del Vito Fazzi, costretti a fare la coda perché da mesi non funziona il distributore dei numerini.

In piedi, in coda, per pagare il ticket o per prenotare un esame. Accade da almeno due mesi nel salone del Cup dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, come segnalato dall’associazione di volontariato Salute Salento: anziani, malati, disabili e sofferenti sono costretti a fare la fila per non farsi scavalcare dall’ultimo arrivato.

Una situazione che avrebbe portato un paziente a lamentarsi con gli impiegati del nosocomio leccese questa mattina, ricevendo in tutta risposta che il il disservizio era stato già segnalato più volte all’Ufficio amministrazione dell’Ospedale, che da prassi dovrebbe provvedere alla sostituzione del “dispenser” elettronico, evidentemente è fuori servizio.

Finora però la situazione è rimasta tale, divenendo anche causa di notevoli disagi e disguidi: molti anziani e disabili “obbligati” a rimaner seduti e tenere d’occhio il loro posto nella fila, si scontrano spesso con chi non ne vuole sapere lasciare loro il posto dovuto all’ordine di arrivo, non essendo questi presenti in fila. Un appello alla direzione dell’ospedale è stato rivolto anche dal Centro per il Diritto alla Salute che ha segnalato il caso a Salute Salento.

Articolo pubblicato in origine su Tagpress

Facebook Comments