Canale San Vincenzo, i comitati: “Stanno deturpando anche la scogliera”

I lavori di messa in sicurezza del canale San Vincenzo, a Leuca, continuano tra polemiche e preoccupazioni per gli interventi sulla scogliera.

Sono ripresi tra le polemiche i lavori di messa in sicurezza del canale San Vincenzo, a Santa Maria di Leuca, Comune di Castrignano del Capo.

Dopo varie sospensioni, sembra che ora si faccia sul serio. Il rovescio della medaglia è rappresentato dalle preoccupazioni per il possibile deturpamento della scogliera.

L’intervento, dal costo di circa 1 milione e 300mila euro, consiste nella costruzione di una condotta sotterranea idonea a convogliare le acque piovane e scaricarle in mare, passando sotto alcune strane che attraversano il centro abitato, compresa la villa comunale e alcune aree con strutture ricettive e turistiche.
[tagpress_ad_marcello]
L’opera comprende anche la messa in sicurezza dei canali naturali, tra cui appunto quello di San Vincenzo. E’ previsto, infatti, che le tubazioni vengano disposte parallelamente al canale, mentre lo sbocco dell’impianto artificiale sorgerebbe quasi in corrispondenza di quello del canale San Vincenzo.

Quest’ultimo richiederebbe degli interventi di adeguamento, a causa del fatto che sarebbe scoperto e privo di impianto di convogliamento e spinta.

A sollevare la questione sono stati alcuni comitati di cittadini. Più che i lavori in sé viene contestata la scelta di intervenire sulla costa, considerata inaccettabile in quanto – denunciano – verrebbe deturpata.

I comitati si stanno quindi mobilitando con diversi mezzi. Molto probabilmente verrà anche chiesto un intervento scritto da parte degli enti coinvolti nel procedimento, tra i quali la Capitaneria di Porto, in quanto amministrazione competente nella parte di lavori riguardanti il demanio marittimo. E intanto la vicenda si fa ancora più incandescente.

Articolo pubblicato originariamente su TagPress

Facebook Comments